Il programma del Sindaco: DISCARICA !!

Passano i mesi, Bozzano ha già superato la boa di metà mandato, è primo cittadino da quasi 3 anni. Noi da un po’ di tempo stiamo verificando punto per punto l’attuazione del suo programma. Eccoci ad un punto molto pesante:

PUNTO 8 :  RIFIUTI

Prendiamola larga.

Qualche mese fa si è tenuta una riunione di commissione per parlare del regolamento comunale che dovrebbe/potrebbe consentire l’applicazione di una addizionale Comunale IRPEF.

Vediamo perchè partiamo da qui.

Il nostro sindaco ha riempito il volantino del suo programma elettorale di banalità e supercazzole senza alcun significato e senza alcun riferimento preciso di tempi e obiettivi concreti da realizzare.

Un solo punto del programma fa eccezione: punto 8 – i rifiuti.

Bozzano ci (vi) ha promesso di chiudere definitivamente la discarica nel 2017. Manterrà la promessa? ….. ormai ci siamo…. beh, la risposta è:

No.

Per esplicita ammissione della giunta, pur essendo il 2017 la scadenza della convenzione, una proroga di 1 anno all’attuale gestore (amico) non richiederebbe troppi problemi burocratici, tantomeno un nuovo bando, quindi è data già per scontata.

Alla faccia delle promesse e del programma, si slitta tranquillamente al 2018, probabilmente a ottobre/novembre del 2018. Casanovini, portate ancora un po’ di pazienza.

E poi ?!

Poi si chiude. E finiscono gli introiti derivanti dallo scarico dei rifiuti. Bisogna cominciare a pagare noi, per portarli altrove. E bisogna cominciare a pagare i lavori di bonifica del sito. 

Ecco perchè si è cominciato a parlare di addizionale IRPEF.

Però.

Però abbiamo detto fine 2018. Le prossime elezioni a Varazze ci saranno nella primavera 2019.

Siamo sicuri che Bozzano vorrà farsi ricordare come il sindaco che ha alzato le tasse a Varazze, siamo sicuri che prenderà questa impopolare decisione proprio pochi mesi prima di fine mandato (vale a dire in campagna elettorale)????

Probabilmente no. 

In questa prima metà di mandato ha aperto le porte ad un aumento di conferimenti da mezza Liguria (Genova in primis) proprio per fare cassa (sia il Comune, sia l’amico gestore) e spera di cavalcare l’onda di questi incassi extra negli ultimi mesi prima del voto, così da lasciare un buon ricordo e, magari, ottenere una rielezione.

Queste le probabili strategie (?!) a medio termine.

Nel frattempo la raccolta differenziata è partita, ma ancora, anche in pieno centro, non tutte le zone sono dotate dei nuovi cassonetti. Questo dà un ottimo alibi per non rendere trasparenti i risultati fin qui ottenuti, perchè, dopotutto, non siamo ancora a pieno regime, quindi niente critiche, prego. 

Ma quando arriveremo a pieno regime? C’è da credere che anche qui (volutamente?) i tempi non saranno brevi. Noi vigileremo.

2 Replies to “Il programma del Sindaco: DISCARICA !!”

  1. Visto il contenuto del post vorrei che fossero approfondite alcune cose. Quando scade esattamente (mese e giorno) la convenzione tra il Comune e il gestore della discarica? Se qualcuno nel Comune parla di novembre 2018 il contratto dovrebbe scadere novembre 2017. É così o stanno prorogando al di fuori della legge? Quanto incassa o meglio guadagna il Comune ogni anno dalla discarica? I misteri di Fatima sono stati rivelati ma cosa rende invece ancora non si sa. E dopo la chiusura della discarica cosa ne sarà del sito? In comune ci hanno pensato? Stanno procedendo come il “buon padre di famiglia” sapendo cosa faranno e valutando quanto costerà? Non mi fido di questa amministrazione . Occorre vigilare e obbligarli a dire come é la situazione.

  2. Nel programma della lista di Bozzano c’è scritto testualmente “il programma dovrà prevedere la chiusura della discarica nel 2017”. Non ci sono “o” “ma” “in caso di” che tengano. Anzi la frase scritta dopo “e comunque ai 20.000 metri cubi conferiti”, lo dico per tutti quelli che hanno creduto nella lista “Essere Varazze”, significa senza ombra di dubbio che la giunta al massimo avrebbe anche potuto anticiparne la chiusura. Sicuramente non c’è scritto da nessuna parte che il Sindaco e la sua giunta avrebbero posticipato di un mese, di sei mesi o addirittura di un anno la fine della “Ramognina”. Quindi non ci vengano a raccontare storie su “cause di forza maggiore”, “mutati contesti” o altre fesserie.
    Se invece pensano di fare un ulteriore regalo al gestore, caso mai ce ne fosse bisogno, con tutto quello che ha quadagnato in 20 anni, (tra l’altro soldi finiti nei paradisi fiscali come più volte ha scritto quell’altro blog “più letto di Varazze”), lo mettano CHIARAMENTE in forma scritta, in modo che se ne assumano la responsabilità, sia di fronte ai cittadini sia eventualmente di fronte agli organi giudiziari.
    Per ultimo, non mi fa ridere, ma mi fa molto arrabbiare il verbo iniziale che hanno usato “risanare”. Come, entro quando, quanto, e soprattutto a spese di chi??????????
    Scusate i toni accesi, ma la discarica e le sue conseguenze sulla salute della gente è un argomento che mi fa scaldare il sangue. Se penso poi che ci potrebbero essere delle persone che hanno la responsabilità di tutelare i propri cittadini e invece sembra proprio che pensino ai loro interessi personali allora sbrocco di brutto.
    Essere Varazze? Non Essere Varazze!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *