Non perdete il tesserino !

Certo tutti i nostri lettori riconoscono gli oggetti nella foto.

Beh, sappiate che, se siete residenti a Varazze, la società BofiPark vi offre un’ora di sosta gratuita ogni giorno nei parcheggi blu e una tariffa vantaggiosa per le altre ore di sosta, …… si, ma ……. se avete l’apposita tesserina magnetica (quella bianca a destra)!

Questo in sintesi dice il contratto sottoscritto con il nostro Comune. Non solo. Il medesimo contratto dice che, il varazzino sbadato o sfortunato che perde o smagnetizza la tesserina (bianca a destra), può chiederne una nuova alla società BofiPark pagando un “rimborso spese” di 10 €uro.

A questo punto entra in gioco il tagliandino (quello azzurro a sinistra), e anche il righello in basso.

Quando parcheggiate nei parcheggi blu, la BofiPark vi chiede di esporre lo scontrino emesso dal parchimetro accanto al tagliandino (azzurro a sinistra). Ma questo sul contratto non c’è scritto.

Quando chiedete alla BofiPark una nuova tesserina (bianca) perchè l’avete persa o smagnetizzata, loro vi danno anche un nuovo tagliandino (azzurro) e vi chiedono 10 euro più 5 euro = 15 euro. Ma questo sul contratto non c’è scritto.

Potrete immaginare come i varazzini, sbadati come sono, smarriscano centinaia di tesserine in un anno. Potete quindi comprendere che già la cifra di 10 € moltiplicata per centinaia di sbadati rappresenti un bel guadagno per la ditta, visto che un tesserino con chip costa decisamente meno di quella cifra, mentre il contratto parla di semplice rimborso spese, …. ma che dire del tagliandino azzurro??

Un rettangolino di cartoncino di cm 9 x cm 8 quanto lo possiamo pagare? Il solo costo del materiale è certamente inferiore ai 5 centesimi.

Ma allora, gli altri 4 euro e 95 cent.?

Forse esageriamo, direte voi, forse il cartoncino è pregiata pergamena fiamminga plastificata con caucciù delle foreste delle isole Fiji, quindi costa davvero 5 euro alla ditta.

Allora se lo sbadato varazzino ha smarrito solo la tesserina bianca, lasciamogli conservare questo prezioso manufatto e facciamogli pagare (come dice il contratto) solo 10 euro per la tesserina!

Pare che non si possa.

Chi lo dice?

Il nostro sindaco!

Ieri sera, in consiglio comunale, abbiamo portato alla luce questo piccolo sopruso patito dai varazzini.

Con chi credete che si sia schierato il nostro primo cittadino? Con la ditta appaltatrice!!

Secondo lui, il costo del cartoncino (azzurro), non essendo specificato in contratto, è a discrezione della BofiPark. In pratica dovremmo ringraziare la ditta, perchè se, invece di chiedere una cifra pari a circa 100 volte il costo della carta, ci avesse chiesto 20, 50 o 100 euro, il nostro Bozzano li avrebbe comunque difesi, perchè il contratto non dice nulla in contrario.

A volte abbiamo scherzosamente definito Bozzano il ” sindaco-sceriffo ” e ancora una volta si è confermato un degno erede dello sceriffo di Nottingham, forte con i deboli e debole coi forti. 

Noi ci abbiamo messo la nostra buona volontà, ma di fronte a queste risposte, l’unico consiglio da dare ai varazzini è: NON PERDETE IL TESSERINO !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *